Ricerca avanzata
Stampa

DA CONFINDUSTRIA CENTRALE

24/05/2020 ore 14.00

DL Rilancio - Nota di analisi e primi commenti di Confindustria

 

20/04/2020 ORE 18.31

Seconda edizione indagine : effetti Coronavirus sulle imprese italiane

 

04/04/2020 ore 22.30

Siglato Accordo Confindustria e Commissario Straordinario per l'emergenza Covid-19

 

26/03/2020 ore 21.30

Centro Studi Confindustria: panoramica sull'evoluzione dell'epidemia nei principali partner commerciali dell'Italia.

Lo stato di emergenza umanitaria legato alla diffusione del Covid-19 su scala globale resta la priorità assoluta con cui molti paesi, Italia in primis, si stanno misurando. Purtroppo, i problemi di carattere sociosanitario non sono i soli, ad essi si stanno aggiungendo tutte le complessità che mettono a dura prova i sistemi produttivi.
Questo documento si inserisce nel quadro dei provvedimenti presi da Confindustria per comprendere quali siano le criticità riscontrate dalle imprese italiane.
L' obiettivo principale è fornire una fotografia aggiornata ed estremamente sintetica sull'evoluzione del Covid-19 a livello globale. Le elaborazioni che seguono sintetizzano per ciascun paese il grado di gravità dell'epidemia, la fase in cui si trova, il ritmo con cui si diffonde e quanto sia sparsa sul territorio. I dati per l'Italia vengono riportati al fine di offrire un termine di raffronto per gli altri paesi.

ALLEGATO

 

25/03/2020 ore 10.30

FAQ Confindustria: supporto alle imprese nella corretta interpretazione DPCM

 

19/03/2020

DL Cura Italia - nota primi commenti Confindustria

 

11 marzo ore 12.30

Misure di sostegno al sistema produttivo a seguito dell’emergenza Coronavirus

 

6 marzo ore 21.30

Emergenza Coronavirus e protezione dei dati personali

 

5 marzo ore 12.30

Emergenza Coronovirus - Proposte di Confindustria per un piano straordinario di rilancio dell'economia

 

3 marzo ore 13.50

 
 (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 03 mar - "Le   
informazioni disponibili preannunciano un impatto piu'  
significativo nella produzione industriale di marzo e,  
soprattutto, in quella del secondo trimestre, quando si   
faranno sentire sull'industria gli effetti della caduta della   
domanda nel terziario. L'impatto del Coronavirus interviene   
in un contesto di estrema debolezza dell'economia italiana,   
che gia' si muoveva sull'orlo della recessione. Con i dati   
disponibili fino a oggi questo rischio si materializza: il   
Pil e' atteso in calo gia' nel primo trimestre e vi sono   
elevate probabilita' di una caduta piu' forte nel secondo".   
Lo scrive il Centro studi di Confindustria nell'Indagine  
rapida.  

27 febbraio ore 17.00

COMUNICATO CONGIUNTO ABI - Coldiretti - Confagricoltura – Confapi - Confindustria - Legacoop - Rete Imprese Italia (Casartigiani, CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti) - Cgil – Cisl – Uil


Il nostro Paese sta in questi giorni affrontando una situazione di forte criticità a causa della diffusione del Coronavirus. Ciò impone a noi parti sociali, al Governo, alle Regioni, a tutte le autorità e agli esponenti della società civile di lavorare insieme, mettendo a fattor comune gli sforzi e agendo in maniera coordinata per consentire al nostro Paese di superare questa fase in maniera rapida ed efficace.

Nei giorni scorsi sono state tempestivamente assunte diverse misure per contenere il rischio sanitario a beneficio di tutti i cittadini. Gli esperti e le organizzazioni internazionali, a partire dall'OMS, ci hanno rassicurato sui rischi del virus e sulle corrette prassi per gestire questa situazione, che tutti noi siamo chiamati a rispettare.
Dopo i primi giorni di emergenza, è ora importante valutare con equilibrio la situazione per procedere a una rapida normalizzazione, consentendo di riavviare tutte le attività ora bloccate e mettere in condizione le imprese e i lavoratori di tutti i territori di lavorare in modo proficuo e sicuro a beneficio del Paese, evitando di diffondere sui mezzi di informazione una immagine e una percezione, soprattutto nei confronti dei partner internazionali, che rischia di danneggiare durevolmente il nostro Made in Italy e il turismo.
Oltre alle misure urgenti che il Governo ha adottato, o si appresta ad adottare, di necessario sostegno alle imprese e al reddito dei lavoratori, questo è il momento per costruire un grande piano di rilancio degli investimenti nel Paese che contempli misure forti e straordinarie per riportare il lavoro e la nostra economia su un percorso di crescita stabile e duratura.
Un ruolo importante dovrà essere svolto anche dalle Istituzioni europee, per creare le migliori condizioni per un rilancio economico dell'Italia nell’interesse della stessa Unione europea.

27 febbraio ore 09.00

Questionario Impatto Covid-19 per le imprese

25 febbraio ore 17.30

Indicazioni tecniche Lavoro e salute

25 febbraio ore 17.30

Task force Confindustria “Emergenza Coronavirus”

25 febbraio ore 17.00

Confindustria Centrale - Gli effetti dell’epidemia Coronavirus sull’esecuzione dei contratti commerciali internazionali