Ricerca avanzata
Stampa

DL 24 marzo 2022 e Ordinanaza Ministero della Salute 1 aprile 2022

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 24 marzo 2022, n. 70, il DL n. 24/2022, che introduce “Disposizioni urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell'epidemia da COVID-19, in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza”. V. allegato 1.

In data 1 aprile è stata anche emanata anche l’Ordinanza del Ministero della salute sulle “Linee Guida per la ripresa delle attività economiche e sociali”, a seguito del termine dello Stato d’emergenza sanitaria( v. allegato 2)

La ratio del DL è di assicurare, a seguito della cessazione dello stato di emergenza da COVID-19 avvenuta il 31 marzo 2022, la progressiva ripresa delle attività in via ordinaria, mediante il graduale allentamento delle misure di contenimento e preservando, al contempo, fino al 31 dicembre 2022, un sistema di monitoraggio e di intervento rapido.

Di seguito, alcune delle principali misure di interesse per le imprese, a cui rimandiamo la lettura della nota allegata per maggiori approfondimenti.

Poteri e strutture di intervento in risposta all’andamento del contesto epidemiologico

Al fine di continuare a disporre, anche successivamente al 31 marzo 2022, di un sistema che assicuri una risposta tempestiva all’andamento del contesto epidemiologico nazionale, il DL:

  • consente, fino al 31 dicembre 2022 e con efficacia fino a tale data, l’adozione di ordinanze del Capo del Dipartimento di Protezione Civile, volte ad adeguare all'evoluzione dello stato della pandemia da COVID-19 le misure di contrasto in ambito organizzativo, operativo e logistico emanate con ordinanze di protezione civile durante la vigenza dello stato di emergenza
  • istituisce l’Unità per il completamento della campagna vaccinale e per l'adozione di altre misure di contrasto alla pandemia.
  • disciplina il potere di ordinanza del Ministro della salute in materia di ingressi nel territorio nazionale e per la adozione di linee guida e protocolli connessi alla pandemia da COVID-19 (art. 3)

Isolamento e autosorveglianza

Il DL modifica, a partire dal 1° aprile 2022, il regime dell’isolamento (legato alla positività al COVID-19) e quello della quarantena e dell’autosorveglianza (legato al contatto stretto con casi confermati positivi al COVID-19) (art. 4), per la quale la norma non ne limita più l’applicazione ai soggetti vaccinati (con dose booster o da meno di 120 giorni) ovvero guariti (da meno di 120 giorni o dopo completamento del ciclo primario).

Dispositivi di protezione delle vie respiratorie

L’art. 5 del DL detta le regole per l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, introducendo l’art. 10-quater del DL n. 52/2021.

Per i luoghi di lavoro, il nuovo art. 10-quater, co. 8 del DL n. 52/2021 prevede che, dal 1° aprile al 30 aprile 2022, sull'intero territorio nazionale, per i lavoratori, le mascherine chirurgiche sono considerate DPI ex art. 74, co. 1 del D.Lgs n. 81/2008 e devono, pertanto, essere fornite dal datore di lavoro;

Fase post emergenziale: le regole di sicurezza anticontagio nei luoghi di lavoro

Fintanto che si avrà un rischio significativo da Covid-19, per il richiamo dei protocolli da parte della legge (articolo 29-bis, legge n. 40/2020, c.d. "scudo penale" in materia di Covid-19), il rispetto dei protocolli stessi costituisce adempimento dell'obbligo di tutela di cui all'articolo 2087 c.c.. da parte del Datore di Lavoro.

In ogni caso, anche se i protocolli non costituiscono più condizione per lo svolgimento dell’attività imprenditoriale, si ritiene di confermare la forte indicazione di continuare ad applicare i protocolli in via cautelativa anche nella fase post emergenziale.

Sanzioni

Per la violazione delle misure prescritte per la fase post emergenziale, l’art. 11 del DL detta un nuovo regime sanzionatorio (art. 13 del DL n. 52/2021) che, in parte, rinvia alle precedenti disposizioni sanzionatorie di cui ai DL n. 19/2020 e n. 33/2020, disponendo, pertanto, che le stesse continuano a trovare applicazione nel caso in cui disposizioni vigenti vi facciano espresso rinvio.

In particolare, continuano a essere sanzionate ex art. 4 del DL n. 19/2020:

• la violazione dei controlli dei green pass base (art. 9-bis del DL n. 52/2021) e dei green pass rafforzati (art. 9-bis.1 del DL n. 52/2021).

• la violazione delle norme sull’autosorveglianza (art. 10-ter, co. 2 del DL n. 52/2021);

• la violazione delle norme sull’obbligo di indossare i DPI (art. 10-quater del DL n.52/2021). Anche in questo caso, dopo due violazioni commesse in giornate diverse, si applica, a partire dalla terza violazione, la sanzione amministrativa accessorie della chiusura dell’esercizio o dell’attività da 1 a 10 giorni;

Rimaniamo a disposizione con Giuseppe Carelli carelli@confindustriamacerata.it 0733 279626 e Danilo Fava fava@confindustriamacerata.it 0733 279637

Il direttore

(dott. Gianni Niccolò)

 

NOTA CONFINDUSTRIA

ALLEGATO 2

App Confindustria

app.png
La nuova app di Confindustria Macerata semplice e gratuita.
apple.png
play.png

Ultime News